Sul silenzioso sogno

salgo, scendo, scruto.

Sorrido spaventato

scalando scoscese salite,

sradicando selve sinuose,

seminate…stente…scure.

Supino,

su sordide scelte spinose,

sprofondo sotto sedici schifosi sorrisi

segnati sui simboli stampati

sullo scabro soffitto sottile.

Scalpelli sconnessi scolpiscono statue saline

sbriciolate  su sterili spianate

senza soffio suicida.

Sole splendente sul selciato

spreme salati sudori secreti.

stupito,

svegliandomi…sorrido.

di carlo meneghini

intervento al progetto sssssssssssssssssssssssssogno 016